News

Misure per la ripartenza dello sport

Il Ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili conferma l’approvazione di un fondo di 50 milioni

Molti i temi affrontati dal Ministro Spadafora, che ieri sera durante una diretta  sulla propria pagina facebook ufficiale, ha fatto il punto sulle misure che contribuiranno a sostenere lo sport e a preparare il settore nella fase di ripartenza. Ecco i punti salienti.

Bonus Novembre 

Spadafora non esclude che per dicembre il bonus di 800 euro possa subire un aumento e conferma il trasferito dei fondi alla Banca d’Italia. Il passaggio avverrà quindi giovedì sul conto corrente di Sport e Salute che dovrebbe disporre i bonifici immediatamente. Sono 116.974 i lavoratori sportivi che ne usufruiranno dopo aver risposto alla mail ricevuta. In 54.000 hanno fatto domanda per la prima volta ma dovranno attendere qualche giorno in più,anche se Spadafora assicura il versamento per la fine di novembre. 

Contributo alle società 

Oggi 17 novembre scade la domanda per accedere al fondo perduto da parte di ASD e SSD che pagano affitti. Al momento ne hanno fatto domanda 5644 società.

Il Ministro assicura: “Faremo le  verifiche con l’Agenzia delle Entrate entro qualche giorno, quindi il Dipartimento per lo Sport provvederà ai pagamenti entro la fine di questo mese”.

Mercoledì 18 novembre si apre invece una finestra settimanale per le “ASD e SSD che, non gestendo impianti e non pagando affitti, vorranno accedere al fondo perduto per pagare utenze e onorare altre spese relative magari a sanificazioni e oneri simili.” La finestra si chiude il 25.   

Novità per il mondo sportivo nella manovra di Governo

Cinquanta milioni nel 2021 per lo sport di base ed esonero contributivo nel 2021 e 2022 per i lavoratori sportivi sono due tra le novità contenute nelle misure che, come il Ministro ha anticipato, verrano inserite nella manovra che il Consiglio dei Ministri ha appena approvato per l’invio alle Camere

“Per il 2021 sono stanziati 50 milioni per la promozione dello sport di base. Giovani e anziani – sottolinea il ministro – potranno accedere gratuitamente alla pratica dell’attività fisica per migliorare la salute e il benessere. Un incentivo alle famiglie e un modo concreto per sostenere la ripartenza di associazioni, società e centri sportivi su tutto il territorio“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *