News

Aggiornamenti Lombardia & Piemonte

La Regione Piemonte ha pubblicato nella sezione FAQ delle sito regionale un chiarimento in merito ai centri cinofili che riprotiamo di seguito:

Posso effettuare uno spostamento per allenare e addestrare il mio cane?

Con l’ordinanza approvata dal presidente della Regione Piemonte (Decreto Presidente della Giunta Regionale n. 50 – 2 maggio 2020), sono venute meno le limitazioni imposte con la precedente ordinanza (DPGR 36 del 6 aprile 2020) relativamente allo spostamento degli animali da compagnia, è quindi consentito l’allenamento e addestramento cani nelle aree autorizzate, senza il contatto diretto fra le persone, nel rispetto del distanziamento sociale e della normativa vigente. L’attività dovrà essere svolta singolarmente, unitamente ai cani da addestrare, secondo una turnazione di utilizzo delle Zone di addestramento e allenamento cani e senza il contatto diretto fra le persone, nel rispetto del distanziamento sociale e della normativa vigente in tema di contenimento della diffusione del virus Covid-19.

I centri cinofili permangono chiusi come da chiarimento pubblicato nelle FAQ del Governo.

consultabile a questo link.

 

La Regione Lombardia in data 07/05/2020 ha emesso l’ordinanza n. 541 del 07/05/2020 dove all’ Art. 1 comma 1 cita quanto segue:

Le attività sportive individuali all’aria aperta (a titolo esemplificativo e non esaustivo golf, tiro con l’arco, tiro a segno, atletica, equitazione, vela, canoa, attività sportive acquatiche individuali, canottaggio, tennis, corsa, escursionismo, arrampicata sportiva, ciclismo, mountain-bike, automobilismo, motociclismo, go-kart) possono essere consentite nell’ambito dei rispettivi impianti sportivi, centri e siti sportivi, subordinatamente all’osservanza delle misure di cui ai successivi commi del presente articolo.

consultabile a questo link.

Consigliamo comunque in Lombardia di contattare il Sindaco della vostra città di residenza del centro per la verifica della presenza di eventuali ordinaze comunali restrittive rispetto a quelle regionali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *