Water Games : Sport Cinofili Acquatici

Sport Acquatici Cinofili

SPORT ACQUATICI CINOFILI ®

Gli  Sport Acquatici Cinofili- S.A.C. hanno il duplice scopo di favorire il divertimento e lo sviluppo delle naturali doti acquatiche di cane e conduttore e di essere propedeutiche ad un eventuale approfondimento del lavoro socialmente utile in acqua di cane e conduttore.
I SAC sono aperti a tutti i cani di razza e non, dai dodici mesi in su, purché in buona salute e amanti dell’acqua.
Per quanto suddivisi in classi Elite e Open, il comune denominatore deve essere il divertimento per il binomio partecipante.
Il lavoro in acqua sarà un’ottima palestra per il corpo e per la mente e di collaborazione con il conduttore, visto che l’attività si svolge come lavoro di squadra, favorendo di conseguenza il legame cane – conduttore e migliorando la relazione.

 

DOCUMENTI:

Clicca qui per visualizzare le classifiche dei S.A.C. ® FISC.

Clicca qui per visualizzare i regolamenti di settore.

Clicca qui per visualizzare il Calendario gare 2017

Clicca qui per vedere le piscine cinofile

 

REFERENTI:

Responsabile nazionale Sport Acquatici Cinofili ® FISC:

ALDO LA SPINA

tel. 02.39100286

mail. aldols@tin.it

 

FAQ:

1. Cosa sono i S.A.C. ® ?

I SAC sono gli Sport Acquatici Cinofili. Non è una disciplina o una gara, ma sono dei veri e propri Sport con una serie di discipline al loro interno; si tratta nel complesso di attività e sport in acqua pensati per far divertire cani e padroni.
Nascono con l’obbiettivo di creare una nuova area sportiva cinofila in parallelo a quella umana con il coinvolgimento del proprietario-conduttore.

 

2. A chi sono rivolti?

Sono rivolti a tutti i cani, di tutte le razze ed età purché amanti dell’acqua. I SAC vogliono essere un’opzione in più per tutte quelle persone che hanno voglia di divertirsi col loro cane, ma trovano limiti diversi nelle altre discipline “a terra”. L’unico requisito necessario per praticare i SAC è amare l’acqua. Il fatto di svolgere attività in acqua, e quindi abbinata al nuoto, li rende uno sport adatto anche a cani con leggera displasia o con problemi articolari per cui diventa difficile praticare l’agility, l’obedience o la ricerca sportiva.
E’ uno sport studiato e articolato in modo da riuscire a soddisfare le esigenze di ogni cane e padrone.

 

3. Che cosa si fa durante un allenamento S.A.C. ® ?

Prima di iniziare una serie di incontri di allenamento viene fatta una valutazione del cane.
In questo modo possiamo capire a che livello di “acquaticità” è il cane. Quindi si sviluppa un programma di lavoro in funzione del punto di partenza e di arrivo (la scelta della disciplina). Gli allenamenti sono proposti singoli o in piccoli gruppi in modo da permettere a tutti i cani di alternare momenti di lavoro e momenti di riposo, durante i quali osservare e aiutare i compagni di gruppo.
Ogni allenamento prevede di procedere da esercizi più semplici, quali trovare il giusto assetto in acqua, coordinare la respirazione, imparare ad usare la vista, nuotare a fianco del conduttore e non andargli addosso, utilizzare gli arti e la coda come propulsione e timone.

 

4.Come vengono insegnati questi esercizi al cane?

Attraverso il gioco e il premio. Alcuni esercizi possono dovere essere impostati a terra per poi essere “trasportati” in acqua con il proprietario. Il tutto all’insegna del divertimento col cane.

 

5.Io non sono un gran nuotatore, ma il mio cane adora l’acqua. Posso partecipare comunque?

Sì. Perché sia in piscina che in acque libere gli esercizi vengono costruiti ed allenati in totale sicurezza per il cane e il conduttore e a scltta da regolamento si può condurre il cane al di fuori della vasca.

 

6.Quali e quanti discipline sono previste nei S.A.C. ®?

Per adesso sono solo 4, ma ci sono “lavori in corso” e sorprese. Abbiamo gare di: nuoto, di tuffi (SPLASH), di riporto di oggetti galleggianti (ROG) e di recupero di oggetti sommersi (ROS)

 

7. Ma un cane sa tuffarsi?

Come per l’uomo, anche il cane deve imparare, lo stacco, lo slancio e l’ingresso in acqua. Il record del mondo di distanza nel tuffo è di un whippet australiano di 8 anni con la misura di 28 piedi (un piede = 3,33 m)

 

Ecco i primi allievi istruttori S.A.C. ®:

Sport Acquatici Cinofili